Trasparenza, Valutazione e Merito
Ciclo della performance 
Le amministrazioni pubbliche devono adottare, in base a quanto disposto dall'art. 3 del  Decreto Legislativo  27 ottobre 2009, n. 150, metodi e strumenti idonei a misurare, valutare e premiare la performance individuale e quella organizzativa, secondo criteri strettamente connessi al soddisfacimento dell'interesse del destinatario dei servizi e degli interventi.
Il Piano della Performance è il documento programmatico triennale che individua gli indirizzi e gli obiettivi strategici ed operativi e definisce, con riferimento agli obiettivi finali ed intermedi ed alle risorse, gli indicatori per la misurazione e la valutazione della prestazioni dell'Amministrazione,  dei dirigenti e dei dipendenti non dirigenti.
Il piano della performance è parte integrante del ciclo di gestione della performance che in base all'art. 4 del  DlGS  N. 150/2009  si articola nelle seguenti fasi:
a)  definizione e assegnazione degli obiettivi che si intendono raggiungere, dei valori attesi di risultato e dei rispettivi indicatori;
b)  collegamento tra gli obiettivi e l'allocazione delle risorse;
c)  monitoraggio in corso di esercizio e attivazione di eventuali interventi correttivi;
d)  misurazione e valutazione della performance, organizzativa e individuale;
e)  utilizzo dei sistemi premianti, secondo criteri di valorizzazione del merito;
f)  rendicontazione dei risultati agli organi di indirizzo politico-amministrativo, ai vertici delle amministrazioni, nonché ai competenti organi esterni, ai cittadini, ai soggetti interessati, agli utenti e ai destinatari dei servizi.

 

Amministrazione aperta (art. 18 L. 7 agosto 2012, n. 134)
Pubblicazione di concessioni ed attribuzioni di importo complessivo superiore a mille euro nel corso dell'anno solare
Decreto Sviluppo del DL 22 giugno 2012 n.83 convertito dalla legge 7 agosto 2012 n.134
Articolo 18 - Amministrazione Aperta
Informazioni inerenti la concessione delle sovvenzioni, contributi, sussidi ed ausili finanziari alle imprese e l'attribuzione dei corrispettivi e dei compensi a persone, professionisti, imprese ed enti privati e comunque di vantaggi economici di qualunque genere di cui all'articolo 12 della legge 7 agosto 1990, n. 241 ad enti pubblici e privati, ai sensi dell'articolo 18 del Decreto Legge 22 giugno 2012, n. 83 (cosiddetto "Decreto Sviluppo") pubblicato in Gazzetta Ufficiale 26 giugno 2012, n. 147, convertito con modificazioni, dalla L. 7 agosto 2012, n. 134 pubblicata in Gazzetta Ufficiale n. 187 del 11-08-2012.